Fotovoltaico

Aumentare la potenza di un Impianto Fotovoltaico

hpim8011_4-3

 

E’ possibile aumentare la potenza di un impianto fotovoltaico già installato e funzionante ?

La risposta a questa domanda è generalmente positiva, ma ci sono numerosissimi fattori da tenere in considerazione prima di dare l’avvio ai “lavori”.

Una prima parte di tematiche è analizzata da un altro articolo, che affronta l’argomento potenziamento dal punto di vista Tecnico ed Autorizzativo (LINK QUI); ora analizziamo lo stesso argomento ma dal punto di vista “burocratico”.

In particolare vediamo il tema dal punto di vista del Gestore dei Servizi Energetici, il GSE, che cura l’erogazione degli incentivi per gli impianti che producono energia da fonti rinnovabili (fotovoltaico, idroelettrico, eolico, biomasse, ecc).

In generale i casi sono essenzialmente due :

 

Impianto Esistente NON Incentivato

Se il vostro impianto non ha incentivi di alcun genere, l’ampliamento è generalmente possibile.

Il caso tipico è l’impianto fotovoltaico realizzato sfruttando la Detrazione Fiscale, che solitamente riguarda gli impianti realizzati dopo il Luglio 2013.

Attenzione a non confondere gli incentivi in “Conto Energia” con lo Scambio sul Posto (SSP) erogato dal GSE al fine di rimborsare l’energia immessa in rete, che non è un incentivo.

Solaredge APP di monitoraggio
Solaredge – App di monitoraggio

Per ampliare un impianto realizzato in detrazione fiscale o comunque senza aver avuto accesso a nessun Conto Energia, basta rivolgersi ad un professionista affinché verifichi presso il vostro Comune il tipo di richiesta da presentare e quindi, ricevuto il benestare degli Enti Locali,  presenti al vostro gestore di rete (E-Distribuzione o altri), la richiesta di connessione per il nuovo ampliamento.

Come soluzione impiantistica avete due strade :  potete scegliere di aggiungere moduli collegandoli ad un nuovo inverter, tanto che vi troverete ad avere di fatto due impianti fotovoltaici distinti, anche se collegati entrambi al vostro impianto elettrico.

In alternativa potete optare per sostituire l’inverter esistente con uno nuovo ma di maggior potenza, costituendo di fatto un unico impianto. Installare un nuovo inverter potrebbe comportare il vantaggio di usufruire di tecnologie più nuove, come ad esempio i software di monitoraggio, con i quali potete gestire tutto l’impianto con una sola APP del vostro telefono cellulare (cosa che i vecchi inverter non potevano fare).

 

Impianto CON Incentivi in Conto Energia

Se avete un impiantogse_logo_low di produzione alimentato da fonti rinnovabili incentivato, in linea generale, l’ampliamento non è più ammesso in quanto sono terminate le risorse.

Per ampliarlo quindi, si dovrà installare un impianto fotovoltaico nuovo ed indipendente dall’impianto incentivato, anche se collegato allo stesso contatore di scambio.

Si avranno pertanto nuovi moduli fotovoltaici connessi ad un nuovo inveter che verrà dotato di un contatore indipendente e distinto dall’impianto incentivato, per dar modo al GSE di controllare che non vi siano interferenze tra i due impianti.

Si tratta di una attività che il GSE individua come intervento di potenziamento senza la richiesta di accesso ai meccanismi incentivanti del Conto Energia, ma che comunque va comunicato al GSE.

A tal proposito è disponibile un Comunicato Stampa (LINK QUI), con tutti i chiarimenti e le modalità attuative.

 

Detrazioni Fiscali

La nuova installazione, se installata in edifici residenziali e non ricevendo incentivi, è detraibile fiscalmente , rientrando nelle forniture/installazioni come una qualsiasi Ristrutturazione Edilizia (aliquota 2016 al 50%). Ricordatevi di chiarirlo con l’azienda installatrice prima di effettuare qualsiasi pagamento.